HomeArticoliINFO SCLEROSCLEROSI MULTIPLA E PILATES

SCLEROSI MULTIPLA E PILATES

-

Il metodo Pilates. Concentrazione, controllo, precisione, fluidità, baricentro e respirazione. Sono questi i principi base che costituiscono il metodo Pilates, la ginnastica che prende il nome dal suo ideatore – Joseph Hubertus Pilates – e che appunto insegna ad assumere una postura corretta, a raggiungere un miglior equilibrio e a muoversi con armonia. L’obiettivo è quello di rendere le persone consapevoli del proprio corpo e della propria mente, e riuscire così a controllare i muscoli. Il Pilates è un programma di esercizi incentrato sui muscoli posturali, quelli che aiutano a tenere il corpo bilanciato, che sono essenziali quindi come supporto alla colonna vertebrale. Gli esercizi, che si eseguono su un tappetino o grazie all’ausilio di una macchina, mirano a rinforzare le fasce muscolari connesse al tronco: addome, glutei, adduttori e zona lombare. I principi base, come detto prima sono sei: la concentrazione, che deve essere massima per ogni esercizio; il controllo, su ogni parte del corpo; il baricentro (tutti i muscoli connessi al tronco); la fluidità; la precisione, sinonimo di perfezione nello svolgere un esercizio, e infine, la respirazione, che deve essere sempre ben controllata. Fino a non molto tempo fa questo metodo era conosciuto solo a pochi, come i ballerini classici, finché in questi ultimi anni ha avuto un grande successo anche tra atleti e persone comuni.

Torna all’indice

Pilates e sclerosi multipla. Ovviamente, quanto più si eseguono gli esercizi correttamente, tanto più si vedranno i risultati: la postura migliora e diminuiscono le rigidità e le tensioni. Perfezionato in più di sessant’anni di pratica, infatti, il metodo è oggi indicato anche come attività posturale. Da qualche anno ha assunto interesse anche per patologie come la sclerosi multipla, anche per i neodiagnosticati. In particolare, gli esercizi di Pilates consentono di lavorare sulla muscolatura posturale, fondamentale per chi ha difficoltà di equilibrio, sulla forza, e sulla flessibilità dei movimenti. Inoltre, questo metodo non richiede sforzi eccessivi, evitando così il dispendio energetico e l’aumento della temperatura corporea. Le persone con sclerosi multipla, infatti, devono in particolare evitare l’affaticamento e l’accaloramento, che a volte può causare un peggioramento temporaneo dei sintomi della malattia.

Torna all’indice

LEGGI ARTICOLO COMPLETO 

Previous articleARNICA
Next articleERNST JÜNGER

LATEST POSTS

INIZIANO LE ISCRIZIONI A #GIOVANIOLTRELASM 2022: VENITE!

Da oggi partono le iscrizioni per partecipare il 19 e 20 novembre  all'appuntamento speciale per tutti i giovani che hanno avuto da poco la diagnosi di...

SATIVEX E SCLEROSI MULTIPLA

Il Sativex è il primo farmaco a base di  cannabinoidi approvato in Italia. È stato approvato con decreto in GU del 30 aprile 2013 per il trattamento...

SCLEROSI MULTIPLA E ALIMENTAZIONE

Introduzione Nella nostra cultura il cibo e il bere sono spesso collegate all’idea di salute e di benessere. Ormai è sempre più diffusa l’attenzione particolare agli...

Follow us

FansLike
FollowersFollow
FollowersFollow

Most Popular

spot_img