DA CANI A GATTI

-

Se ci fate caso, la campagna elettorale ha subito negli ultimi giorni una mutazione zoologica. È finita, o almeno è stata sospesa, la fase del Cane ed è subentrata la fase del Gatto. Fino a ieri tutti abbaiavano contro tutti, i toni erano rabbiosi e gli sguardi in cagnesco, la sinistra ringhiava alla destra e viceversa, tutti si tenevano malapena al guinzaglio per non mordere e accoppare. Poi la campagna elettorale ha perso mordente, forse perché è subentrata la convinzione che la destra è predestinata ormai alla vittoria, inutile ululare e disputarsi un osso che non c’è. Ed è subentrata la fase gattesca, una fase meno aggressiva (sono pur sempre felini), più soft, o forse più perfida, senza grandi abbaiate e senza mostrare denti. Se avete visto il duello o il minuetto tra Enrico Letta e Giorgia Meloni coordinato dal micio ciociaro del Corriere della sera, avete avuto la rappresentazione di due gatti che fanno le fusa, si miagolano addosso, ma abbassano i toni e si guardano in gattesco più che in cagnesco. Al più rimarcano il territorio, fanno la pipì attorno ai loro temi per rivendicarli a sé. Letta non esce dalla sua lettiera e fa occhi di gatto (altro che di tigre), la Meloni pure, si aggattona, miagola, gioca col gomitolo dei suoi temi preferiti. Perfino Calenda che partecipa in dad o da imbucato nel duetto, gatteggia e micioneggia a distanza.
Cosa ci riserverà la settimana finale della Campagna elettorale? Torneranno cani ad azzannarsi, resteranno gatti, si faranno topi temendo di vedere i sorci verdi, si scopriranno rettili? Come cantava Fabio Concato, il 25 settembre sarà comunque una domenica bestiale.

LATEST POSTS

IL MANIFESTO DELL’IDIOTA GLOBALE

Siamo lieti di annunciare finalmente l’uscita in mondovisione dell’atteso manifesto dell’idiota globale e nullafacente che aspettavamo da anni. Si avvertiva la mancanza nonostante i ripetuti...

ALLA VIGILIA DELL’ULTIMO VOTO

Vorrei offrirvi per oggi un articolo curioso, scritto quattro giorni prima delle elezioni politiche del 2018. Vi divertirete a trovare analogie e differenze, ma anche...

LA FATWA PER I NON ALLINEATI

Chi non si definisce né di destra né di sinistra è di destra, anche se non vuole ammetterlo o non lo sa nemmeno lui. Chi...

L’INQUISIZIONE SU BELLA CIAO

Ciao bella, vado di fretta. Non mi sarei soffermato a parlare di Laura Pausini che si rifiuta di cantare Bella Ciao, perché non c’è alcuna valenza politica...

Follow us

FansLike
FollowersFollow
FollowersFollow

Most Popular

spot_img