lunedì, Novembre 28, 2022
More
    HomeSclero AzzurroTUTTO NAPOLI NETALLA SCOPERTA DELL'EINTRACHT FRANCOFORTE: STELLA, RIVELAZIONE E L'UNDICI TIPO DI GLASNER

    ALLA SCOPERTA DELL’EINTRACHT FRANCOFORTE: STELLA, RIVELAZIONE E L’UNDICI TIPO DI GLASNER

    -

    La detentrice dell’Europa League, l’Eintracht Francoforte, affronterà il Napoli. Sorteggio tutto sommato positivo per i partenopei, che sono riusciti ad evitare il Paris Saint-Germain. I tedeschi sono attualmente quinti in Bundesliga e dopo una partenza stentata in Champions League sono riusciti a prendersi la qualificazione con un successo in rimonta sul campo dello Sporting CP. Avversario da non sottovalutare, che nel recente passato ha fatto vittime italiane in Europa League, come l’Inter nel 2019 ma anche la Lazio, battuta due volte su due nella stessa edizione. Non è una sfida inedita quella contro il Napoli: le due squadre si sono incrociate agli ottavi di finale di Coppa UEFA 1994/95: doppio successo teutonico per 1-0.

    La stella: La forza della squadra è il collettivo. Ma scegliamo per curriculum e per abitudine a giocare a certi livelli Mario Götze. L’uomo che decise i Mondiali del 2014 ha vissuto repentinamente una parabola discendente che sembrava confinarlo alla periferia d’Europa anzitempo. I due anni in Olanda, al PSV Eindhoven, lo hanno rivitalizzato e ha deciso di rimettersi in gioco in Bundesliga, come senso di rivincita. Titolare indiscusso per Oliver Glasner, che lo colloca nel suo ruolo preferito, sulla trequarti. Segna, fa la differenza con la sua qualità. In definitiva, è tornato.

    La rivelazione: Aveva fatto vedere buone cose già l’anno scoso all’esordio in Bundesliga, Jesper Lindström. Il danese si sta confermando quest’anno, superando già a novembre il numero di reti realizzate la passata stagione. Trequartista e all’occorrenza esterno destro, ha regalato un prezioso successo sul campo del Marsiglia che ha avviato la rimonta nella fase a gironi. Visione di gioco e abilità negli inserimenti, il Mondiale sarà un’ulteriore vetrina per lui, prima della sfida col Napoli.

    L’allenatore: Oliver Glasner, austriaco di 48 anni, è l’artefice del ritorno al successo in Europa dopo 42 anni dell’Eintracht. Si è fatto notare in patria e poi al Wolfsburg, riportando la squadra a qualificarsi in Champions League dopo anni vissuti a un passo dalla retrocessione. Predilige la difesa a 3, con due trequartisti a supporto di un’unica punta.

    Undici tipo (3-4-2-1): Trapp; Jakic, Tuta, Ndicka; Dina Ebimbe, Sow, Jakic, Pellegrini; Lindstrom (Kamada), Gotze; Kolo Muani.

    Francesco Carbone

    LATEST POSTS