giovedì, Dicembre 1, 2022
More
    HomeArticoliARTICOLI MY PTARPAGOFITO O ARTIGLIO DEL DIAVOLO IN BREVE

    ARPAGOFITO O ARTIGLIO DEL DIAVOLO IN BREVE

    -

    Arpagofito o Artiglio del Diavolo: nome scientifico Harpagophytum procumbens, famiglia Pedaliacee.

    Pianta strisciante africana di cui si utilizzano le radici secondarie: raccolte, tagliate a fette e lasciate essiccare al sole.

    Le radici vengono impiegate dalla medicina popolare come antipiretico, antinfiammatorio e antiartritico. All’arpagofito vengono attribuite anche proprietà ipocolesterolemiche e digestive.

    In ambito erboristico la droga viene utilizzata come antiartritico e antireumatico, e, per queste proprietà, si può facilmente ritrovare in pomate e creme per uso topico. In questo senso, spesso l’arpagofito viene associato all’arnica, pianta ricca di composti terpenoidici e flavonoidi, cui vengono attribuite proprietà antiflogisticheantireumatiche ed antiartritiche.

    L’infuso di radici di arpagofito viene invece impiegato per favorire la digestione.

    I principali costituenti chimici dell’arpagofito sono: monoterpeni iridoidi (arpagoside, arpagide e procumbide), derivati feniletanolici, fitosterolioligosaccariditriterpeni, flavoni, acidi aromatici.

    Le principali controindicazioni all’uso dell’arpagofito e di prodotti che lo contengono o ne contengono gli estratti sono: gravidanza e allattamento, disturbi cardiovascolari, diabete di tipo 2, presenza di disturbi gastrointestinali (iperacidità gastrica, ulcere, malattia da reflusso gastroesofageo).

    Da evitare l’uso anche in età pediatrica e in caso si stiano seguendo particoalri terapie farmacologiche a causa delle possibili interazioni.

    Se si stanno assumendo farmaci di qualsiasi tipo o si soffre di disturbi o malattie, il medico deve essere consultato prima di assumere l’arpagofito o prodotti che lo contengono, soprattutto (ma non esclusivamente) quando l’assunzione avviene per via orale.

     

    LEGGI ARTICOLO COMPLETO

    LATEST POSTS

    REFLUSSO GASTROESOFAGEO

    Generalità Il reflusso gastroesofageo è un disturbo caratterizzato dalla risalita nell'esofago del contenuto acido dello stomaco. Bruciore di stomaco, acidità e rigurgito: sono i sintomi tipici del reflusso gastroesofageo. Il reflusso gastroesofageo...

    CIBO CONGELATO: SI PUÒ MANGIARE ANCHE SCADUTO?

    Introduzione Quando si conserva un prodotto alimentare nel congelatore di casa, capita di non consumarlo per tempo e di farlo scadere all'interno del freezer stesso. Se è stato...

    GINNASTICA POSTURALE T.I.B.: IL POTERE DEL RILASSAMENTO

    A cura del Dott. Giovanni Chetta Il potere del rilassamento Nel cervello vi è un'intensa attività elettrica. Fu il dottor Hans Berger che per primo, nel 1929,...