giovedì, Dicembre 1, 2022
More
    HomeArticoliARTICOLI MY PTCASTAGNE: PRO E CONTRO. QUANDO E COME MANGIARLE

    CASTAGNE: PRO E CONTRO. QUANDO E COME MANGIARLE

    -

    Introduzione

    Le castagne sono il frutto simbolo dell’autunno. Alimento altamente energetico, vanta proprietà nutrizionali che lo rendono ideale per il contrasto di alcuni disturbi. Il suo consumo, tuttavia, non è indicato a tutti. Le castagne sono il frutto dell’albero “castagno”, pianta tipica delle regioni temperate di Europa, Asia e Africa occidentale. Si trovano prevalentemente in collina o in montagna dove appunto vengono raccolte nei mesi di ottobre e novembre.

    Un frutto che si presta alla preparazione di moltissime ricette, sia dolci che salate. Si consumano prevalentemente cotte, sottoforma di farina, ma anche essicate. Le castagne crude, invece, non si dovrebbero mangiare perché potrebbero causare problemi intestinali, cattiva digestione o gastrite.

     

    Proprietà Nutrizionali

    Le castagne sono un alimento altamente energetico, caratteristica di cui tenere conto. Le calorie dipendono in particolar modo dai carboidrati complessi che contiene, ossia essenzialmente amido. Contiene anche discrete percentuali di proteine a medio valore biologico e irrilevante quantitativo di grassi di tipo insaturo.

    Le castagne contengono fibre e in carboidrati non disponibili e purine. Assente è invece il colesterolo. Non contengono quantitativi di istamina considerevoli, quindi non sono causa di frequenti reazioni avverse di tipo allergico. Apportano sali minerali quali: potassiofosforozolfomagnesiocalcio e ferro (non altamente biodisponibili). Sotto il profilo vitaminicovitamina C, che si perde con la cottura del frutto perchè vitamina altamente termosensibile, ma anche vit. B1vit. B2 e vit. PP.

    LEGGI ARTICOLO COMPLETO

    LATEST POSTS

    REFLUSSO GASTROESOFAGEO

    Generalità Il reflusso gastroesofageo è un disturbo caratterizzato dalla risalita nell'esofago del contenuto acido dello stomaco. Bruciore di stomaco, acidità e rigurgito: sono i sintomi tipici del reflusso gastroesofageo. Il reflusso gastroesofageo...

    CIBO CONGELATO: SI PUÒ MANGIARE ANCHE SCADUTO?

    Introduzione Quando si conserva un prodotto alimentare nel congelatore di casa, capita di non consumarlo per tempo e di farlo scadere all'interno del freezer stesso. Se è stato...