giovedì, Dicembre 1, 2022
More
    HomeArticoliARTICOLI MY PTCOLAZIONE E SPORT: COME GESTIRLA AL MEGLIO

    COLAZIONE E SPORT: COME GESTIRLA AL MEGLIO

    -

    Introduzione

    Nella cultura italiana, la colazione è tradizionalmente considerata un pasto molto importante.

    L’attenzione al primo pasto della giornata sembra maggiore da parte di chi pratica sport, mentre per tutti gli altri si osserva una certa modificazione del trend rispetto al passato.

    Questa variabilità dipende da molti fattori, alcuni realmente giustificabili, altri conducibili semplicemente a una maggior cura per il benessere psico-fisico generale.

    Fare colazione è quindi meglio che saltarla? In passato qualunque professionista avrebbe risposto, con decisione, di “sì. Oggi invece, con un tono vagamente provocatorio, noi vi rispondiamo “dipende”.

    Prima di entrare nel merito, facciamo una breve sintesi sugli aspetti salienti del pasto di colazione.

    Colazione

    Abitudine tradizionale e attitudine moderna alla colazione

    Tipicamente “dolce“, la frazione energetica della colazione italiana corrisponde al 15% circa, mentre agli spuntini si attribuisce circa il 5%, al pranzo il 40% e alla cena il 35%.

    Queste percentuali sono ovviamente indicative, ma si osserva un progressivo rimescolamento della suddivisione globale.

    Esattamente come la colazione, anche gli altri pasti stanno lentamente evolvendosi. La cena sembra aumentare, il pranzo diminuire e gli spuntini tendono a moltiplicarsi.

    Detto questo, in realtà, ad oggi la fetta di popolazione italiana che rispetta il rito della colazione è in costante diminuzione.

    Tale “inversione di tendenza” è imputabile soprattutto a tre concause:

    • l’accelerazione dei ritmi, l’addensamento degli impegni e la conseguente diminuzione del tempo libero;
    • il cambiamento delle abitudini nutrizionali collettive, che mediamente vede aumentare l’attitudine all’eccesso calorico;
    • la mutazione del livello di attività fisica globale, soprattutto di quella correlata alle attività quotidiane, lavorative e domestiche, invece tendenzialmente in riduzione.

    Pochi fanno colazione come la tradizione nostrana vorrebbe, ma forse si tratta anche del normale adattamento ai ritmi moderni.

    Questo fenomeno è meno accentuato nei paesi anglosassoni dove, “quantitativamente” parlando, la colazione (breakfast) ha un’importanza superiore al nostro pranzo (lunch), che equivale a poco più di uno spuntino, mentre la cena (dinner) si anticipa alle 19:00 circa e, rispetto a noi italiani, è leggermente più scarsa.

    Ma allora, perché si sente ancora dire che “la colazione è il pasto più importante della giornata?”

    LEGGI ARTICOLO COMPLETO

    LATEST POSTS

    REFLUSSO GASTROESOFAGEO

    Generalità Il reflusso gastroesofageo è un disturbo caratterizzato dalla risalita nell'esofago del contenuto acido dello stomaco. Bruciore di stomaco, acidità e rigurgito: sono i sintomi tipici del reflusso gastroesofageo. Il reflusso gastroesofageo...

    CIBO CONGELATO: SI PUÒ MANGIARE ANCHE SCADUTO?

    Introduzione Quando si conserva un prodotto alimentare nel congelatore di casa, capita di non consumarlo per tempo e di farlo scadere all'interno del freezer stesso. Se è stato...

    GINNASTICA POSTURALE T.I.B.: IL POTERE DEL RILASSAMENTO

    A cura del Dott. Giovanni Chetta Il potere del rilassamento Nel cervello vi è un'intensa attività elettrica. Fu il dottor Hans Berger che per primo, nel 1929,...