mercoledì, Novembre 30, 2022
More

    DA CANI A GATTI

    -

    Se ci fate caso, la campagna elettorale ha subito negli ultimi giorni una mutazione zoologica. È finita, o almeno è stata sospesa, la fase del Cane ed è subentrata la fase del Gatto. Fino a ieri tutti abbaiavano contro tutti, i toni erano rabbiosi e gli sguardi in cagnesco, la sinistra ringhiava alla destra e viceversa, tutti si tenevano malapena al guinzaglio per non mordere e accoppare. Poi la campagna elettorale ha perso mordente, forse perché è subentrata la convinzione che la destra è predestinata ormai alla vittoria, inutile ululare e disputarsi un osso che non c’è. Ed è subentrata la fase gattesca, una fase meno aggressiva (sono pur sempre felini), più soft, o forse più perfida, senza grandi abbaiate e senza mostrare denti. Se avete visto il duello o il minuetto tra Enrico Letta e Giorgia Meloni coordinato dal micio ciociaro del Corriere della sera, avete avuto la rappresentazione di due gatti che fanno le fusa, si miagolano addosso, ma abbassano i toni e si guardano in gattesco più che in cagnesco. Al più rimarcano il territorio, fanno la pipì attorno ai loro temi per rivendicarli a sé. Letta non esce dalla sua lettiera e fa occhi di gatto (altro che di tigre), la Meloni pure, si aggattona, miagola, gioca col gomitolo dei suoi temi preferiti. Perfino Calenda che partecipa in dad o da imbucato nel duetto, gatteggia e micioneggia a distanza.
    Cosa ci riserverà la settimana finale della Campagna elettorale? Torneranno cani ad azzannarsi, resteranno gatti, si faranno topi temendo di vedere i sorci verdi, si scopriranno rettili? Come cantava Fabio Concato, il 25 settembre sarà comunque una domenica bestiale.

    LATEST POSTS

    DOPO LA CRISTIANITÀ, TORNERANNO GLI DEI?

    Siamo davvero alla fine della cristianità e all’irreversibile tramonto della Chiesa cattolica, non c’è più niente da fare? E’ uscito un libro aspro e impietoso...

    LA STUPIDA RIVOLTA CONTRO IL MERITO

    Ma continueranno ancora nelle scuole a protestare contro il merito e a ritenerlo il peccato principale del governo di destra in tema di istruzione? La cosa...

    MARCELLO VENEZIANI

    Senso e destino di un’opera (autobiografia intellettuale) Il Ritorno è l’espressione chiave del pensiero e dell’opera di Marcello Veneziani. La visione dell’esistenza come un viaggio curioso...

    CROCE, MAESTRO DI VITA E DI MORTE

    Il venti novembre di settant’anni fa moriva a Napoli il Papa laico della cultura italiana, don Benedetto Croce. La definizione è di Antonio Gramsci, che...