lunedì, Novembre 28, 2022
More
    HomeSclero AzzurroSI GONFIA LA RETEFAB FUORIGROTTA: NON C’È PARTITA AL MARADONA. LIVERPOOL TRAMORTITO, NAPOLI DA IMPAZZIRE...

    FAB FUORIGROTTA: NON C’È PARTITA AL MARADONA. LIVERPOOL TRAMORTITO, NAPOLI DA IMPAZZIRE LE PAGELLE

    -

    Incredibile primo tempo del Napoli, travolgente contro il Liverpool. All’intervallo è 3-0 per gli uomini di Spalletti. Palo di Osimhen dopo pochi secondi, al 5′ Zielinski si procura e trasforma il rigore del vantaggio. Altro penalty di Osimhen, respinto però da Alisson. Raddoppia Anguissa (il migliore dei suoi) alla mezz’ora, infortunio muscolare per l’attaccante nigeriano: dentro Simeone che fa tris su assist di un indemoniato Kvaratskhelia. Dopo l’intervallo doppietta di Zielinski, accorcia Diaz.

    Fab Fuorigrotta: non c’è partita al Maradona. Liverpool tramortito, Napoli da impazzire LE PAGELLE

    Una serata magica. Un esordio travolgente. Quello di Spalletti può essere considerato un vero e proprio capolavoro tattico e tecnico, vista l’efficacia dell’adattamento proposto, figlio di una conoscenza approfondita dei punti di forza e debolezza degli avversari inglesi. I calciatori del Napoli sono stati altrettanto abili nell’interpretazione del piano partita, che ha reso inoffensiva una squadra che “normalmente” è una straordinaria macchina da gol. Squadra e tecnico hanno sempre creduto nella possibilità di vincere la partita e grazie all’audacia del tecnico che ha schierato tutti i giocatori offensivi a sua disposizione (tranne Raspadori), l’ha addirittura stravinta. Ciò che ha stupito, oltre al risultato che avrebbe potuto essere ancor più largo, è anche la superiorità del Napoli sul piano dell’intensità. Seppur con qualche pausa fisiologica (ma solo a risultato ampiamente acquisito), gli uomini di Spalletti sono riusciti ad imporsi su quelli di Klopp anche sotto questo punto di vista, dove i Reds solitamente non hanno rivali. Insomma, una grande notte europea per il Napoli 2.0 di Spalletti, che dimostra di poter reggere senza pressione certi palcoscenici, Liverpool in equilibrio instabile. Nelle prossime settimane potremmo esporci un po’ di più sui margini di questa squadra, e probabilmente scopriremo anche se il cinismo della macchina da guerra di Salah &co. si è solo inceppato. In ogni caso, si preannuncia un girone di fuoco, con l’Ajax che non ha intenzione di fare la comparsa.

    TOP

    KVARATSKHELIA 8: non segna? E chi se ne importa. Incontenibile, sono le sue martellate ad aprire le crepe degli inglesi. E l’assist per Simeone è una delizia…

    ZIELINSKI 8: ora che non deve più rincorrere indietro, spinge in avanti, comanda il pressing e arricchisce il tabellino con due gol.

    KIM 8: una notte da gigante contro Salah e compagnia segnante: li prende d’anticipo e li annulla. Un orco mangia-attaccanti.

    ANGUISSA 8.5: difficile assegnare la palma di migliore in campo in un Napoli così bello, ma premiamo il camerunense mvp di serata. Un antilope che recupera e ripulisce palloni. E in più verticalizza e segna. Impressionante.

    FLOP

    GOMEZ 3: in imbarazzo tremendo se pressato, ha sulla coscienza buona parte del risultato…

    MILNER 4.5: tocca una ventina di palloni e ne perde una metà.

    SALAH 4.5: prova ad azionare i muscoli quando la partita sembra in equilibrio. Poi si eclissa come il resto del gruppo in rosso vestito…

     

    Napoli (4-3-3): Meret 7; Di Lorenzo 7, Rrahmani 7, Kim Min-jae 8, Olivera 6.5 (74′ Mario Rui 6); Anguissa 8, Lobotka 7.5, Zielinski 8 (74′ Elmas 6); Politano 7.5 (56′ Lozano 5), Osimhen 6.5 (40′ Simeone 7.5), Kvaratskhelia 8.5 (56′ Zerbin 6.5). All. Spalletti 7.5

    Liverpool (4-3-3): Alisson 6; Alexander-Arnold 5.5, Gomez 3 (46′ Matip 5.5), van Dijk 5, Robertson 4.5; Fabinho 5, Milner 4.5 (62′ Alcantara 5.5), Elliott 6 (76′ Arthur 6); Diaz 6, Firmino 5 (61′ Nunez 5), Salah 4.5 (62′ Jota 5). All. Klopp 5.

    di Andrea Fiorentino

    LATEST POSTS