giovedì, Dicembre 1, 2022
More
    HomeArticoliARTICOLI MY PTPERCHÉ VIENE IL SINGHIOZZO DI NOTTE

    PERCHÉ VIENE IL SINGHIOZZO DI NOTTE

    -

    Nonostante si tratti di una condizione più spesso associata al giorno, può capitare che anche di notte sopraggiunga il singhiozzo, un fenomeno che si verifica quando il diaframma si contrae improvvisamente e involontariamente e in risposta, le corde vocali si chiudono.

    Anche se non si tratta assolutamente di un evento preoccupante, esistono cause specifiche che possono determinarlo e sulle quali, una volta individuate, è possibile intervenire.

    Presenza di reflusso gastroesofageo

    Il singhiozzo notturno potrebbe essere il sintomo della presenza del reflusso gastroesofageo, una condizione che si presenta quando l’acido dello stomaco ritorna nell’esofago, il tubo che collega la bocca e lo stomaco. Tutto ciò non provoca solo irritazione al rivestimento dell’esofago ma anche al diaframma che si trova non lontano, e questo può innescare singhiozzi.

    Altri sintomi del riflusso possono essere bruciore di stomaco dopo aver mangiato, dolore al toracedifficoltà a deglutire, rigurgito di cibo o liquido acido, sensazione di un nodo alla golatosse cronicalaringite, comparsa o peggioramento dell’asma.

    Se si sospetta che il singhiozzo derivi da questo disturbo il modo migliore per prevenirlo è trattare il problema alla radice, rivolgendosi a un medico che valuti in modo appropriato la situazione.

    Oltre a questo, per mitigare il reflusso potrebbe anche essere utile perdere peso se si è in sovrappesosmettere di fumare, usare cuscini più alti per dormire, non sdraiarsi per circa tre ore dopo un pasto, mangiare lentamente e masticare accuratamente ed evitare cibi grassi o frittisalsa di pomodoroalcolcioccolatomentaagliocipolla e caffeina.

    LEGGI ARTICOLO COMPLETO

    LATEST POSTS

    REFLUSSO GASTROESOFAGEO

    Generalità Il reflusso gastroesofageo è un disturbo caratterizzato dalla risalita nell'esofago del contenuto acido dello stomaco. Bruciore di stomaco, acidità e rigurgito: sono i sintomi tipici del reflusso gastroesofageo. Il reflusso gastroesofageo...

    CIBO CONGELATO: SI PUÒ MANGIARE ANCHE SCADUTO?

    Introduzione Quando si conserva un prodotto alimentare nel congelatore di casa, capita di non consumarlo per tempo e di farlo scadere all'interno del freezer stesso. Se è stato...

    GINNASTICA POSTURALE T.I.B.: IL POTERE DEL RILASSAMENTO

    A cura del Dott. Giovanni Chetta Il potere del rilassamento Nel cervello vi è un'intensa attività elettrica. Fu il dottor Hans Berger che per primo, nel 1929,...