giovedì, Dicembre 1, 2022
More
    HomeSclero AzzurroTUTTO NAPOLI NETROMA-NAPOLI 0-1, LE PAGELLE: OSIMHEN DISTRUGGE L'ANTI-CALCIO! KIM-JESUS SOLIDI, OLIVERA CONVINCE

    ROMA-NAPOLI 0-1, LE PAGELLE: OSIMHEN DISTRUGGE L’ANTI-CALCIO! KIM-JESUS SOLIDI, OLIVERA CONVINCE

    -

    Meret 6 – Mai seriamente impegnato. Qualche uscita, un po’ di fraseggio e poco altro perché la Roma non tira mai in porta.

    Di Lorenzo 6,5 – Dal suo lato la Roma strappa più volte, ma tiene senza troppi problemi ed è spesso chiamato a sostenere l’azione per scardinare la densità giallorossa che blocca gli esterni alti.

    Kim 7 – Non perde un duello, legge bene diverse situazioni pericolose praticamente da ultimo uomo. Nel finale va sempre in anticipo ed evita ogni tipo di fallo per non concedere occasioni ai giallorossi.

    Juan Jesus 7 – Tiene bene sulle tante palle alte della Roma, prezioso nell’assorbire la profondità di Abraham con la sua velocità ed ha anche l’occasione del gol dell’ex, ma svirgola clamorosamente un rigore in movimento.

    Olivera 7 – Preferito a Mario Rui per avere maggiore fisicità e non tradisce da questo punto di vista. Gioca anche bene tecnicamente nel far ripartire l’azione. Un solo fallo ingenuo su Zaniolo, al limite dell’area, e per il resto non sbaglia un intervento e nella lotta addirittura si esalta.

    Ndombele 6 – Qualche buono spunto in fase propositiva, ma anche un po’ di difficoltà quando deve rincorrere. Si procura un rigore poi revocato, viene punito per un semplice gioco pericoloso col giallo, perde anche un po’ di lucidità e Spalletti lo richiama in panchina (dal 56′ Elmas 6,5 – Entra e si ritrova subito una grande occasione da due passi, ma Smalling gli nega il gol. Entra bene, non sbaglia un tocco e si sacrifica tappando ogni transizione giallorossa)

    Lobotka 6,5 – Preso a uomo, riesce comunque a districarsi con le solite sterzate. Elude la pressione della Roma e da lì spesso si aprono gli spazi migliori del Napoli. Certo, lontano dai suoi livelli, ma a causa anche di un avversario che rinuncia a giocare e gli francobolla i suoi uomini migliori pur di fermarlo

    Zielinski 6,5 – L’asse con Kvaratskhelia è intasato, non c’è spazio e deve muoversi tanto senza palla prima di entrare in possesso. Prezioso in un ripiegamento, opponendosi col corpo e facendo anche ripartire il contropiede. Spende tanto in non possesso e viene sacrificato (dal 75′ Gaetano 6,5 – Entra nella fase cruciale del match e non trema, gestendo benissimo il pallone nel finale. Tiene con personalità fino alla fine e tenta anche una conclusione nel finale)

    Lozano 6,5 – Conferma l’ottimo momento perché è sempre in partita, per tenerlo a bada devono spesso ricorrere alle cattive o comunque al limite del regolamento. Nonostante un giallo per proteste non a caso Spalletti lo tiene in campo fino ad un quarto d’ora dalla fine (dal 75′ Politano 6,5 – Entra e punge subito, dando nuove energie e poi ha la qualità e la lucidità per mandare in porta Osimhen per il pesantissimo gol-vittoria)

    Osimhen 7,5 – Qualche folle lo considerava addirittura un problema il suo rientro. Si riprende il posto dopo due gol in due spezzoni e regala l’undicesima vittoria di fila al Napoli con un destro incredibile dopo aver spostato fisicamente un colosso come Smalling. Il gol arriva all’interno di una partita in cui scatta a ripetizione, fa a sportellate con i tre centrali e gioca sempre per la squadra.

    Kvarastskhelia 6,5 – Condizionante soltanto con la presenza. La Roma fa di tutto per toglierlo dalla gara, ci riesce anche per quasi un’ora anche se non mancano un paio di giocate in un fazzoletto estremamente complessi, ma poi gli spazi si aprono e inizia a sbucare da ogni parte. Resiste a provocazioni, falli, spallate e fino al recupero ha la forza per sprintare e alzare la pressione.

    Antonio Gaito

    LATEST POSTS