lunedì, Novembre 28, 2022
More
    HomeArticoliINFO SCLEROSCLEROSI MULTIPLA E PILATES

    SCLEROSI MULTIPLA E PILATES

    -

    Il metodo Pilates. Concentrazione, controllo, precisione, fluidità, baricentro e respirazione. Sono questi i principi base che costituiscono il metodo Pilates, la ginnastica che prende il nome dal suo ideatore – Joseph Hubertus Pilates – e che appunto insegna ad assumere una postura corretta, a raggiungere un miglior equilibrio e a muoversi con armonia. L’obiettivo è quello di rendere le persone consapevoli del proprio corpo e della propria mente, e riuscire così a controllare i muscoli. Il Pilates è un programma di esercizi incentrato sui muscoli posturali, quelli che aiutano a tenere il corpo bilanciato, che sono essenziali quindi come supporto alla colonna vertebrale. Gli esercizi, che si eseguono su un tappetino o grazie all’ausilio di una macchina, mirano a rinforzare le fasce muscolari connesse al tronco: addome, glutei, adduttori e zona lombare. I principi base, come detto prima sono sei: la concentrazione, che deve essere massima per ogni esercizio; il controllo, su ogni parte del corpo; il baricentro (tutti i muscoli connessi al tronco); la fluidità; la precisione, sinonimo di perfezione nello svolgere un esercizio, e infine, la respirazione, che deve essere sempre ben controllata. Fino a non molto tempo fa questo metodo era conosciuto solo a pochi, come i ballerini classici, finché in questi ultimi anni ha avuto un grande successo anche tra atleti e persone comuni.

    Torna all’indice

    Pilates e sclerosi multipla. Ovviamente, quanto più si eseguono gli esercizi correttamente, tanto più si vedranno i risultati: la postura migliora e diminuiscono le rigidità e le tensioni. Perfezionato in più di sessant’anni di pratica, infatti, il metodo è oggi indicato anche come attività posturale. Da qualche anno ha assunto interesse anche per patologie come la sclerosi multipla, anche per i neodiagnosticati. In particolare, gli esercizi di Pilates consentono di lavorare sulla muscolatura posturale, fondamentale per chi ha difficoltà di equilibrio, sulla forza, e sulla flessibilità dei movimenti. Inoltre, questo metodo non richiede sforzi eccessivi, evitando così il dispendio energetico e l’aumento della temperatura corporea. Le persone con sclerosi multipla, infatti, devono in particolare evitare l’affaticamento e l’accaloramento, che a volte può causare un peggioramento temporaneo dei sintomi della malattia.

    Torna all’indice

    LEGGI ARTICOLO COMPLETO 

    Previous article
    Next article

    LATEST POSTS

    PRIVACY NEL LAVORO

      Molto spesso, dopo aver ricevuto la diagnosi dai medici, le persone si chiedono se devono informare il datore di lavoro circa l’esistenza della patologia oppure se possono...

    CAREGIVER E SCLEROSI MULTIPLA

      Chi sono i caregiver? Cosa fanno? Quali difficoltà incontrano? Cosa può essere utile per svolgere questo compito? Attraverso una serie di video realizzati da AISM è possibile approfondire alcuni...

    BARRIERE ARCHITETTONICHE

    Con il termine barriere architettoniche si indicano tutti gli ostacoli (scale, porte strette, marciapiedi senza rampe) che non permettono la completa mobilità di chiunque ed in...