mercoledì, Febbraio 21, 2024
TESTATA GIORNALISTICA ONLINE. AUT. 18 DEL 19/07/2023 DEL TRIBUNALE DI NAPOLI. TUTTI I DIRITTI RISERVATI ©
/ month
placeholder text
spot_imgspot_img

Top 5 This Week

spot_img

Related Posts

Nuove Prospettive nella Lotta contro il Cancro

Uno studio recente dell’University of Chicago ha gettato nuova luce sul ruolo della carne rossa e dei latticini nella salute umana, scoprendo che questi alimenti contengono un nutriente, l’acido trans-vaccenico (TVA), che potrebbe rafforzare la risposta immunitaria contro il cancro e potenziare l’efficacia dell’immunoterapia. I risultati di questa ricerca, pubblicati sulla rivista Nature, saranno discussi nelle prossime edizioni dell’Immunotherapy Bridge e del Melanoma Bridge a Napoli.

Il Prof. Paolo Ascierto, dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione Pascale di Napoli, sottolinea l’importanza di comprendere il legame tra alimentazione e risposta all’immunoterapia. Lo studio ha evidenziato che il TVA, presente in carne e latticini da animali da pascolo, migliora l’immunità antitumorale attivando le cellule T CD8+, fondamentali nella lotta contro le cellule cancerose.

Dopo un’analisi approfondita di 700 metaboliti derivati dal cibo, i ricercatori hanno identificato lo TVA come il composto più efficace nel potenziare l’immunità antitumorale. Hanno scoperto che lo TVA inibisce un recettore chiamato GPR43 sulla superficie delle cellule T, attivando così il percorso di segnalazione cellulare CREB, coinvolto in molteplici funzioni cellulari.

La ricerca ha anche dimostrato che pazienti con livelli più elevati di TVA nel sangue hanno mostrato una migliore risposta all’immunoterapia. Interessante notare che lo TVA è presente anche nel latte umano, ma il corpo non può produrlo autonomamente.

Sebbene i risultati dello studio non incoraggino un consumo eccessivo di carne rossa e latticini, suggeriscono che lo TVA potrebbe essere utilizzato come supplemento alimentare per migliorare l’efficacia dei trattamenti immunoterapici. Resta da determinare la quantità ottimale di questo nutriente da assumere.

Questi risultati aprono nuove prospettive sulla relazione tra dieta e terapie antitumorali, e suggeriscono che una comprensione più approfondita dei nutrienti e dei loro effetti sul sistema immunitario potrebbe portare a importanti sviluppi nella cura del cancro.

Popular Articles

Vai alla barra degli strumenti