giovedì, Giugno 13, 2024

Top 5 This Week

spot_img

Related Posts

ChatGPT Incontra un Intoppo

Nel mondo sempre connesso di oggi, l’affidabilità dei servizi online è essenziale. Questa esigenza è diventata evidente quando il popolare chatbot ChatGPT, sviluppato da OpenAI, ha riscontrato problemi tecnici, lasciando gli utenti di fronte a un messaggio di errore per alcune ore nel pomeriggio del 8 novembre. Questa interruzione ha colpito molti utenti, che hanno riscontrato il messaggio “Something went wrong” nel tentativo di accedere al servizio.

Il downtime, che ha iniziato a manifestarsi intorno alle 14:00, è stato monitorato da Downdetector, un sito che traccia i disservizi di Internet, segnalando picchi di problemi tra le 14:00 e le 16:00. Questi inconvenienti hanno impedito a ChatGPT di funzionare come previsto, creando disagi nell’esperienza utente globale.

Fortunatamente, OpenAI è stata rapida nel gestire la situazione. Intorno alle ore 17:00, il servizio è stato ripristinato, con OpenAI che ha comunicato di aver individuato e risolto il problema. Nonostante l’interruzione, le motivazioni tecniche che hanno portato ai problemi di connessione rimangono non del tutto chiare.

La situazione ha creato difficoltà non solo per gli utenti diretti del portale ma anche per coloro che utilizzano le API di ChatGPT. Piattaforme come Echobox, che si avvalgono delle API di OpenAI per automatizzare la distribuzione di contenuti online, hanno riscontrato rallentamenti e blocchi a seguito dei problemi del chatbot.

Anche il servizio di generazione di immagini Dall-E di OpenAI, che si appoggia alle API dell’azienda, ha subito problemi lunedì 6 novembre, con un numero elevato di errori, forse causati da un traffico di richieste eccessivo.

Curiosamente, questa non è stata l’unica interruzione recente; una situazione simile si era verificata anche il giorno precedente, martedì 7 novembre, oltre a un episodio simile avvenuto a maggio, che ha visto ChatGPT inoperante per diverse ore.

OpenAI, tuttavia, sta procedendo con gli aggiornamenti, avendo recentemente lanciato il modello GPT-4 Turbo, che promette una maggiore velocità e capacità di elaborazione. Questo aggiornamento, disponibile in anteprima per gli sviluppatori, offre anche nuove funzionalità quali Vision, Dall-E 3 e sintesi vocale.

Questi miglioramenti sono la testimonianza dell’impegno di OpenAI nel fornire un servizio sempre più efficiente e potente. Nonostante le interruzioni occasionali, l’azienda continua a spingere i confini dell’innovazione nell’intelligenza artificiale, con l’obiettivo di offrire agli sviluppatori e agli utenti strumenti sempre più avanzati e affidabili.

Popular Articles

Vai alla barra degli strumenti