mercoledì, Febbraio 21, 2024
TESTATA GIORNALISTICA ONLINE. AUT. 18 DEL 19/07/2023 DEL TRIBUNALE DI NAPOLI. TUTTI I DIRITTI RISERVATI ©
/ month
placeholder text
spot_imgspot_img

Top 5 This Week

spot_img

Related Posts

Il Supervissuto: Un Viaggio Emotivo Tra Note e Ricordi

Ho da poco terminato di vedere “Vasco Rossi – Il Supervissuto” su Netflix, e il viaggio emotivo attraverso la vita di Vasco Rossi mi ha completamente coinvolto. Il documentario non è solo un’analisi della carriera di una delle icone più grandi del rock italiano, ma è anche un’esplorazione profonda di come le esperienze personali, le scelte e la cultura di un’epoca abbiano plasmato l’uomo e l’artista.

La serie inizia con le radici di Vasco, a Zocca, raccontando l’infanzia, le poesie con la mamma, le canzoni di Sanremo imparate a memoria e il premio Usignolo d’Oro. Il racconto fluisce tra i sentimenti e la realtà, tra il palco e un vecchio cinema, delineando la formazione dell’artista dalle sue umili origini fino all’ascesa al successo. Le immagini e le parole diventano un romanzo divenuto immagine.

Rivisitare gli anni ’70, ’80 e ’90 attraverso gli occhi di Vasco è come aprire una capsula del tempo. Mentre le immagini scorrono, si avverte l’adrenalina, l’odore del passato e l’energia del presente. La docuserie abbraccia ogni aspetto della sua vita, dal riottoso ragazzo in jeans alla leggenda del rock che ha costruito un genere musicale e una generazione.

Nel suo viaggio, Vasco ha superato molti ostacoli, dalla lotta contro le convenzioni, contro lo stato sociale, alle sue dipendenze personali. Ma ciò che risalta in ogni episodio è la sua resilienza, la sua capacità di cadere e rialzarsi, sempre pronto a sfidare le aspettative e a reinventarsi.

Guardando la docuserie, ho trovato molti parallelismi con le mie esperienze. Vasco e io abbiamo condiviso molte similitudini nella nostra vita. Molti degli alti e bassi, delle decisioni e delle sfide, delle emozioni e dei sentimenti mi hanno risuonato in modo profondo. In molti momenti, mi sono rivisto nella sua musica, rivivendo la mia vita attraverso le sue canzoni.

Tuttavia, ci sono alcune differenze notevoli tra me e Vasco. Per esempio, mentre lui ha sposato la sua Laura, che ha 17 anni in meno di lui, io personalmente trovo che 17 anni siano un po’ troppi. La differenza ideale di età? Direi 16 anni! Ma scherzi a parte, (ma chi scherza?!?🤪) a parte  questa differenza, la prigione e il fatto che lui ha creato musica – e che musica! – sono le tre principali distinzioni tra noi. Eppure, per il resto, abbiamo vissuto esperienze sorprendentemente uguali.

La docuserie “Vasco Rossi – Il Supervissuto” è un capolavoro, un amalgama perfetto di arte e storia. L’onestà, la sincerità e l’umanità di Vasco risaltano in ogni scena. Questo non è solo un tributo a una leggenda del rock, ma anche una lezione sulla vita, sull’amore, sulla perdita e sulla rinascita. La profondità delle sue canzoni, le sue sfide e trionfi, tutto raccontato con tanta emozione, rendono questa serie imperdibile per chiunque ami la musica e la storia dietro di essa.

Popular Articles

Vai alla barra degli strumenti