venerdì, Maggio 31, 2024
TESTATA GIORNALISTICA ONLINE. AUT. 18 DEL 19/07/2023 DEL TRIBUNALE DI NAPOLI. TUTTI I DIRITTI RISERVATI ©
/ month
placeholder text

#fottilasclerosi

Top 5 This Week

spot_img

Related Posts

Il Viaggio Spirituale di “A Love Supreme”

John Coltrane, figura emblematica del jazz, ha lasciato un’eredità musicale che continua a influenzare generazioni di musicisti e ascoltatori. Coltrane era noto per la sua abilità tecnica strabiliante e per la profondità emotiva delle sue esecuzioni, che hanno portato il jazz in nuove direzioni espressive. Tra i suoi brani più ammirati ci sono “Giant Steps”, “My Favorite Things”, “Naima” e “A Love Supreme”.

La sua musica, carica di innovazione e spiritualità, ha segnato un’epoca, e scegliere il suo brano migliore è un compito arduo e soggettivo. Tuttavia, molti critici e fan sono concordi nell’affermare che “A Love Supreme” è il vertice della sua produzione artistica. Quest’opera è più di un semplice album: è una suite in quattro parti che rappresenta una profonda ricerca spirituale e musicale.

A Love Supreme – 1965

“A Love Supreme” è una testimonianza della ricerca di Coltrane per una connessione più profonda con il divino attraverso la musica. Dall’inizio incantatorio di “Acknowledgement”, con il famoso mantra “A Love Supreme” cantato dallo stesso Coltrane, l’ascoltatore è trasportato in un viaggio interiore.

La seconda traccia, “Resolution”, mostra la determinazione di Coltrane nel perseguire la sua visione artistica e spirituale, con un’esecuzione che riflette un’intensità quasi mistica. Qui, il tenore di Coltrane canta con una passione che sembra quasi pregare attraverso il suo strumento.

“Psalm”, l’ultima parte della suite, è una preghiera musicale, un soliloquio profondo in cui il sassofono di Coltrane diventa voce interiore che si leva in un dialogo con l’assoluto. L’ascoltatore assiste a un atto di devozione pura, un momento in cui la musica supera la barriera del linguaggio e si fa universale.

In “A Love Supreme”, la tecnica di Coltrane è impeccabile, ma è la passione ardente dietro ogni nota che tocca l’anima. C’è una qualità trascendentale nell’intera suite che sfida le descrizioni e categorizzazioni. Non si tratta solo di jazz, ma di un’esperienza spirituale che utilizza il jazz come mezzo di espressione.

Questa suite non è solo la migliore di Coltrane per la sua qualità tecnica o la sua complessità armonica, ma per il modo in cui comunica direttamente con l’ascoltatore, per la sua capacità di toccare corde profonde dell’esperienza umana.

“A Love Supreme” è il punto più alto non solo nella discografia di John Coltrane, ma nella storia del jazz stesso. È un’opera che va ascoltata con il cuore aperto, pronti ad accogliere il messaggio di amore e spiritualità che Coltrane ha voluto condividere con il mondo. È, in effetti, un’opera senza tempo che continuerà a ispirare e a commuovere per generazioni.

Popular Articles

Vai alla barra degli strumenti