giovedì, Giugno 13, 2024

Top 5 This Week

spot_img

Related Posts

Lotta al tumore al polmone

Un team di ricercatori internazionali, guidato dall’Istituto di tecnologie biomediche del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa (CNR-Itb), ha fatto una scoperta rivoluzionaria: un nuovo farmaco, l’Unesbulin, potrebbe fermare la crescita del tumore al polmone.

Lo studio, pubblicato sulla rivista ufficiale dell’American Association for Cancer Research, Cancer Research Communications, offre una speranza concreta ai pazienti affetti da questa terribile malattia.

Come funziona l’Unesbulin?

Il farmaco agisce inibendo l’oncogene BMI1, un gene che svolge un ruolo chiave nella crescita e nello sviluppo del tumore al polmone.

I risultati dello studio:

Lo studio è stato condotto su modelli animali affetti da tumore al polmone con mutazioni del gene EGFR, che si riscontrano in circa il 10-15% dei pazienti con carcinoma polmonare.

I risultati sono stati molto promettenti:

  • L’Unesbulin ha ridotto significativamente la crescita del tumore in vivo.
  • Il farmaco ha anche migliorato la sopravvivenza degli animali.
  • Il trattamento è stato ben tollerato, con effetti collaterali minimi.

Un passo avanti verso la cura del tumore al polmone:

Questa scoperta rappresenta un passo avanti significativo nella lotta contro il tumore al polmone. L’Unesbulin potrebbe essere un nuovo trattamento efficace per i pazienti con questa malattia, offrendo loro una migliore qualità di vita e una speranza di guarigione.

Prossimi passi:

Sono necessari ulteriori studi per confermare l’efficacia e la sicurezza dell’Unesbulin nei pazienti con tumore al polmone.

Il team di ricercatori del CNR-Itb è fiducioso che questo farmaco possa portare a un nuovo trattamento efficace per questa grave malattia.

Per saperne di più:

 

Popular Articles

Vai alla barra degli strumenti