giovedì, Giugno 13, 2024

Top 5 This Week

spot_img

Related Posts

Trattamenti attuali e terapie future

La Sclerosi multipla (SM) è una malattia neurodegenerativa cronica che colpisce il sistema nervoso centrale, con un impatto notevole sulla qualità di vita dei pazienti. Nonostante gli intensi studi e ricerche, non esiste ancora una cura definitiva per la SM. L’Istituto Superiore di Sanità distingue tra trattamenti farmacologici e non farmacologici che mirano a modificare il decorso della malattia, a gestire le ricadute e ad alleviare i sintomi.

Fattori di rischio

Molti fattori contribuiscono al rischio di sviluppare la SM, tra cui la genetica, il fumo, la carenza di vitamina D e le infezioni virali. L’ambiente e lo stile di vita giocano ruoli significativi nell’esacerbazione dei sintomi o nella progressione della malattia.

Trattamenti attuali

La terapia attuale mira a prevenire danni alla mielina e agli assoni, intervenendo tempestivamente dopo il primo attacco di malattia.

Farmaci a lungo termine:

  • Iniettabili (intramuscolare e endovenoso): Avonex, Betaseron, Copaxone, Lemtrada, Ocrevus, ecc.
  • Orali: Aubagio, Gilenya, Mayzent, Tecfidera, Mavenclad.

Farmaci a breve termine:

  • Gli steroidi come il metilprednisolone sono usati per trattare le ricadute acute.

Terapie non farmacologiche:

  • Riabilitazione
  • Fisioterapia
  • Terapia occupazionale
  • Logopedia
  • Reinserimento sociale
  • Supporto psicologico

Impatto psicologico

La diagnosi di SM può avere effetti devastanti sull’aspetto psicologico dei pazienti. L’incertezza riguardo alla progressione della malattia, la paura della disabilità e la gestione dei sintomi possono causare ansia e depressione. Un supporto psicologico adeguato è essenziale per aiutare i pazienti e le loro famiglie a fronteggiare la malattia.

Casi di successo

Ci sono numerosi racconti di pazienti che, grazie ai trattamenti attuali, hanno mantenuto un’elevata qualità di vita e hanno gestito efficacemente i sintomi. Questi casi sono fonte di speranza e ispirazione per la comunità SM.

Storia della SM

La SM è stata identificata per la prima volta nel 19° secolo. Da allora, si sono susseguite molteplici scoperte che hanno portato alla comprensione attuale della malattia e allo sviluppo di nuovi trattamenti.

Terapie future

La ricerca continua e si spera che porti a trattamenti più efficaci e con minori effetti collaterali. Tra le terapie sperimentali attualmente in studio, alcune promettono di agire specificamente sui meccanismi patogenetici della malattia, offrendo nuove speranze:

  • Farmaci mirati alla fase Recidivante-Remittente, Secondariamente Progressiva e Primariamente Progressiva
  • Approcci innovativi per la rimielinizzazione e la neuroprotezione, come Temelimab, Ibudilast, Clemastina e Metformina.

Il futuro della SM sembra orientato verso trattamenti personalizzati, mirati a ridurre l’attività della malattia e migliorare la riparazione del tessuto nervoso, così da rallentare, e sperabilmente un giorno fermare, il corso della malattia.

I ricercatori di tutto il mondo stanno studiando nuovi approcci alla malattia per ottenere farmaci sempre più efficaci, con minori effetti collaterali.

A tal proposito, l’AISM ha fatto un elenco delle principali terapie in sperimentazione, divise sulla base dei meccanismi di azione che le caratterizzano. Per la Sclerosi multipla Recidivante-Remittente la ricerca presenta farmaci come: ATX MS 1467 (fase II) Diroximel fumarato (ALKS 8700) (AIFA) Evobrutinib (fase III) Fenebrutinib (III) Ixazomib (I) Tolebrutinib (fase III) Ublituximab (fase III) Sclerosi multipla Secondariamente Progressiva: Cladribina (II) Ibudilast (fase II) Ixazomib (I) Masitinib (fase III) MD1003 (Biotin) (fase III) Simvastatina (fase III) Tolebrutinib (fase III) Sclerosi multipla Primariamente Progressiva: Cladribina (II) Fenebrutinib (III) MD1003 (Biotin) (fase III) Masitinib (fase III) Ibudilast (fase II) Ocrelizumab (fase III) Tolebrutinib (fase III) Rimielinizzazione/Neuroprotezione: Temelimab (fase II) Ibudilast (fase II) Clemastina (fase II) Metformina (II)

Previous article
Next article

Popular Articles

Vai alla barra degli strumenti