giovedì, Giugno 13, 2024

Top 5 This Week

spot_img

Related Posts

Conquista Miami

Jannik Sinner ha scritto una pagina di storia del tennis italiano battendo Grigor Dimitrov in due set (6-3, 6-1) nella finale del Masters 1000 di Miami. Con questo trionfo, il 22enne altoatesino diventa il numero 2 del ranking mondiale, eguagliando il record di Nick Pietrangeli del 1960.

Sinner è stato in controllo del match fin dalle prime battute, grazie alla sua potenza e al suo servizio preciso. Dimitrov ha provato a tenere il ritmo, ma ha commesso troppi errori gratuiti (24 contro i 4 di Sinner). Il primo set è stato più equilibrato, con Sinner che ha strappato il break decisivo nel nono game. Nel secondo set, l’azzurro ha dilagato, chiudendo in soli 27 minuti.

La vittoria di Miami è la ciliegina sulla torta di un inizio di stagione strepitoso per Sinner. In Australia ha conquistato il suo primo titolo Slam, battendo in finale Stefanos Tsitsipas. Successivamente, ha trionfato anche a Rotterdam e ora è salito al secondo posto del ranking, scavalcando Carlos Alcaraz.

Sinner è il tennista italiano più forte di tutti i tempi e ha il potenziale per diventare uno dei migliori giocatori del mondo.

A soli 22 anni, ha già vinto 13 titoli ATP, tra cui due Masters 1000 e uno Slam.

Il futuro del tennis italiano è radioso con Sinner come leader indiscusso.

“Sono orgoglioso di me stesso e del risultato ottenuto”, ha dichiarato Sinner a caldo. “All’inizio del torneo ho faticato, ma poi mi sono sentito sempre meglio. Non ci sono segreti: cerco di godermi il momento e di migliorare con il lavoro, tutti i giorni. Oggi ho giocato tatticamente nel modo giusto, vincendo i punti importanti.”

Il pubblico di Miami ha tributato una standing ovation a Sinner al termine del match. Il successo dell’azzurro è stato salutato con grande entusiasmo da tutto il mondo del tennis italiano.

Sinner, nuovo numero 2 del mondo, è la dimostrazione che il tennis italiano è in buone mani.

Popular Articles

Vai alla barra degli strumenti