venerdì, Maggio 31, 2024
TESTATA GIORNALISTICA ONLINE. AUT. 18 DEL 19/07/2023 DEL TRIBUNALE DI NAPOLI. TUTTI I DIRITTI RISERVATI ©
/ month
placeholder text

#fottilasclerosi

Top 5 This Week

spot_img

Related Posts

Lavoro e Sclerosi Multipla

La sclerosi multipla (SM) rappresenta una sfida per chi ne è affetto, particolarmente nel contesto lavorativo. Una diagnosi di SM può generare dubbi e preoccupazioni, non solo riguardo al benessere fisico, ma anche su come essa possa influenzare la propria carriera e il rapporto con il datore di lavoro.

Comunicare o non Comunicare la Diagnosi?

Uno dei dilemmi più frequenti tra chi ha la SM riguarda la decisione di comunicare o meno la propria condizione al proprio datore di lavoro o durante un colloquio. La paura delle possibili discriminazioni scontrandosi con la consapevolezza dei propri diritti rende questa scelta particolarmente difficile.

Diritto al Lavoro e Legge Italiana

In Italia, esiste una specifica normativa che tutela il diritto al lavoro delle persone con disabilità, rappresentata dalla Legge 68/1999. Questa legge stabilisce che tutte le aziende con almeno 15 dipendenti sono tenute ad assumere una persona con disabilità. Anche molte aziende di dimensioni inferiori stanno dimostrando una crescente attenzione verso questa necessità. Per poter accedere al “collocamento mirato”, sono necessari due verbali: uno che attesti un’invalidità civile superiore al 45% e un altro che identifichi le potenzialità lavorative dell’individuo secondo quanto previsto dalla Legge 68/1999.

Tutela per i Famigliari

Le protezioni non riguardano solo chi ha la SM, ma anche i famigliari. La legge 104, ad esempio, prevede permessi retribuiti per i lavoratori che assistono un famigliare con disabilità grave, garantendo fino a 3 giorni al mese retribuiti. Esiste anche la possibilità di accedere al congedo straordinario, biennale e frazionabile, utilizzabile nell’arco dell’intera carriera lavorativa.

Il Lavoro come Inclusione Sociale

Il tema del lavoro ha una rilevanza particolare per le persone con SM, essendo una pre-condizione fondamentale per l’inclusione sociale. La comprensione delle disposizioni contrattuali e dei diritti specifici per chi ha una disabilità è essenziale. Questo comprende argomenti come malattie, permessi, congedi e regimi di lavoro part-time, in particolare con un focus sulla SM.

Infine, è fondamentale ricordare che il panorama dei diritti lavorativi è in continua evoluzione. Mentre questa guida cerca di offrire un quadro aggiornato, potrebbero esserci cambiamenti successivi alla sua pubblicazione. Pertanto, è sempre consigliabile consultare gli enti di riferimento come INPS, Centri per l’impiego, associazioni di categoria e patronati per informazioni aggiornate e dettagliate.

Popular Articles

Vai alla barra degli strumenti